Le Camping:2010-2011 Losanna

Potrebbe essere in tutto e per tutto una storia italiana. Ma non lo è. Succede a Losanna. L’Opéra di Losanna inaugurerà la stagione lirica al di fuori del proprio teatro per il quarto anno consecutivo.Il fatto è che i lavori di ristrutturazione previsti già anni orsono, non sono stati neppure iniziati a causa del veto posto dai condomini circostanti al teatro. Essi incuranti del danno arrecato alla comunità all’arte e alla cultura e, ultimi ma non ultimi, i lavoratori, si sono opposti alla realizzazione dei lavori di ristrutturazione dell’importante sala cittadina. Il teatro di grande tradizione non ha cessato però di ospitare e di produrre spettacoli di alto livello. Per la prossima stagione infatti i titoli sono ancora una volta di grande interesse sia nel grande repertorio come pure nella ricerca di chicche per raffinati appassionati. La vera innovazione sta nella collocazione degli spettacoli che come recita l’elegante fascicolo che è stato consegnato alla stampa durante la recente conferenza tenuta il 1 aprile all’interno della piccola ma raccolta sala cittadina. Il fascicolo intitolato Le Camping sembra voler in maniera volutamente e ironica sottolineare lo sforzo al quale viene sottoposto il teatro. Il Teatro di Beaulieu accoglierà l’inaugurazione il  29 ottobre 2010 con il verdiano Ballo in maschera.  Uno fra i titoli noti ma non per questo più semplici del periodo più tardo del grande compositore ottocentesco fra i più amati di tutti i tempi. L’allestimento, a firma di Philippe Sireuil si prospetta ben definito sul lato politico del libretto tratto dal celebre dramma di Scribe in cui per la prima volta si osava rappresentare la morte di un re assassinato. Roberto Aronica si prospetta un protagonista di tutto rilievo insieme alla meno nota Adriana Damato. La direzione sarà di Stefano Ranzani. L’Italiana in Algeri di Rossini andrà in scena dal 26 novembre al 3 dicembre con la direzione di Ottavio Dantone Anna Bonitatibus protagonista e il celebre tenore Lawrence Brownlee. La regia di Emilio Sagi alla Salle Metropole.Vera chicca della stagione sarà poi la Fille de Madame Angot di Charles Lecocq un’opera comica di rarissimo ascolto anche in area francofona. L’originalissima storia rappresentata per la prima volta nel 1872 apparirà dal 26 dicembre al 2 gennaio alla Salle Metropole nella nuova messa in scena della famosa attrice Anémone alla sua prima regia lirica in coproduzione con l’Opéra di Liège. Nicolas Chalvin ben noto all’Opéra di Losanna sarà il responsabile dell’orchestra. Grande attesa poi per Pierino e il lupo di Prokofiev con la narrazione di Jean Pierre Gos e la direzione di Hervé Klopfenstein dal 4 al 9 gennaio 2011. Il teatro di Beaulieu vedrà invece le rappresentazione di Roméo et Juliette di Gounod un titolo un tempo molto in voga oltr’alpe, ma da tempo piuttosto trascurato. Juliette sarà Maria Alejandres il primo premio al concorso Placido Domingo di due anni fa mentre Romeo sarà Teodor Illincai. La direzione di Miquel Ortega e la messa in scena di Arnaud Bernard già conosciuto a Losanna per Rigoletto Carmen e Traviata. Di particolare interesse poi la proposta dell’handeliano Rinaldo in una concezione scenica del tutto simile a quella originariamente concepita .La regia di Louise Moaty sarà affiancata dalla direzione musicale di Diego Fasolis. Star del barocco sarà Max Emanuel Cencic mentre Armida sarà Simone Schneider. Il tutto dal 20 al 27 maggio 2011 alla Salle Metropole.Una stagione di tutto rispetto degna dei più grandi teatri internazionali.